ACCONTO IMU TASI 2017

2017-06-13 12:05

COMUNE DI PELLEZZANO

Provincia  di  Salerno

ACCONTO  I.M.U/TA.S.I.   2017

                  

IL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERA N. 9  DEL 4/04/2017

AI SENSI E  PER GLI EFFETTI DELLA LEGGE FINANZIARIA 2017  

HA DELIBERATO LE SEGUENTI ALIQUOTE ED ESENZIONI PER IMU E TASI 2017:

 

1)      l'aliquota ordinaria dell'I.M.U. al 7,5 per mille  e TASI 2,5 per mille per tutti gli  immobili;

 

2)      Esenzione I.M.U. e TASI per prima abitazione per gli immobili con categoria . A/2 – A/3 – A/4 – A/5– A/6– A/7 e relative pertinenze nella misura massima di una per ciascuna delle categoria C/2, C/6 e C/7; per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente;

 

3)      Esenzione I.M.U. e TASI, in quanto immobili equiparati ad abitazioni principali:

a.      alle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, ivi incluse le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica;

b.     ai fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture, di concerto con il Ministro della solidarietà sociale, il Ministro delle politiche per la famiglia e il Ministro per le politiche giovanili e le attività sportive del 22 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2008;

c.      alla casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;

d.     a un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica.

 

4)      l'aliquota I.M.U. al 3,5 per mille e TASI  al 2,5 per mille per gli immobili,  adibiti a prima abitazione e classificati nelle categorie A/1 - A/8 -A/9, comprese pertinenze, nella misura massima di una per ciascuna delle categoria C/2, C/6 e C/7, con possibilità di detrarre fino ad € 200= rapportati al periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione;

 

5)       l'aliquota dell'I.M.U. 3,5 per mille e TASI al 2,5 per mille su rendita catastale ridotta al 50% -  su immobili concessi in comodato d'uso gratuito, con atto regolarmente registrato, ai parenti entro il  primo grado in linea retta che li utilizzino come abitazioni principali, a condizione che il contratto sia registrato, che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nel comune di Pellezzano: detto beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante , oltre a quello concesso in comodato, possieda un altro immobile adibito ad abitazione principale non appartenente alle categorie A/1, A/8 e A/9;

 

6)      Esenzione ai fini IMU e TASI per i terreni agricoli nei comuni riportati nella circolare Giugno/1993 come montani o parzialmente montani, in cui ne è ricompreso il Comune di Pellezzano; sono inoltre completamente esentati i terreni di proprietà e condotti da CD e IAP con iscrizione previdenza agricola e i terreni agricoli nelle isole minori; la detrazione di Euro 200,00 introdotta per il 2015 viene eliminata e viene eliminata l'esenzione per i terreni agricoli concessi in fitto o comodato da CD o IAP ad altri CD o IAP;

 

7)       l'aliquota dell'I.M.U. al 7,6 per mille per gli immobili di categoria D, in quanto importo dovuto allo Stato, e TASI al 2,5 per mille; da escludere dalla determinazione della rendita catastale degli immobili censiti nelle categorie catastali dei gruppi D e E, i macchinari, congegni, attrezzature ed altri impianti, sempre però specificatamente  funzionali al processo produttivo (c.d. Imbullonati);

 

8)      Esenzione per dal pagamento dell'I.M.U. e la conferma della TASI al 2,5 per mille per gli immobili costruiti e destinati, dall'impresa costruttrice, alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano locati ed inoltre iscritti nel bilancio nota integrativa e inventario elencativamente indicati singolarmente individuati; le aree fabbricabili la base imponibile è costituito principalmente dal valore reale di commercializzazione, confrontato con l'Ufficio Urbanistico Comunale;

 

9)      Riduzione al 75% della base imponibile dal calcolo della rendita catastale per l'applicazione dell'I.M.U.  dovuta per gli immobili locati a canone concordato,  di cui alla legge 9 dicembre 1998 n. 431, a condizione che entro il 31 dicembre 2017 sia prodotta copia del contratto, regolarmente registrato;

 

10)   Riduzione al 50%, ai fini IMU, della rendita catastale per:

            -   i fabbricati di interesse storico o artistico, di cui al D. Lgs. 22/1/2004, n.42;

-  i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell'anno in cui sussistono dette  condizioni, certificate dall'Ufficio Tecnico o dichiarate dall'utente;

 

      Sono state confermate, inoltre, le agevolazioni, introdotte dalla delibera di Consiglio Comunale

n. 03 del 05/2/2015, con il riconoscimento di un credito di € 250,00 per le imprese e professionisti, per ciascun nuovo assunto, nell'anno di riferimento, purché residente nel territorio di Pellezzano. 

      Si ricorda che il termine per il versamento dell'acconto I.M.U./TASI per l'anno 2017  scade il  16 giugno 2017.

      I versamenti devono essere eseguiti con modello F24, con codice comune  G426.

      Per maggiori precisazioni e chiarimenti sui presupposti ed agevolazioni ai fini  I.M.U. e TASI si rimanda al Regolamento I.U.C., approvato dal Consiglio Comunale con delibera n. 17 del 05/08/2014  e pubblicato sul sito istituzionale.

      Per ogni informazione è possibile contattare l'Ufficio Tributi ai numeri 089/568756 – 52 .   

                                                                                       IL RESPONSABILE DELL'AREA FINANZIARIA                                                                                                                                                                                                                                                                                       DOTT. TOMMASO PISAPIA